Colletta per gli agenti imputati1′ di lettura

invia­to da apol­li­nai­re il 11 mar­zo 2008 alle 19:19

vor­rei acqui­sta­re 44 copie del libro di Pier­re Clé­men­ti da rega­la­re a ogni impu­ta­to, impa­re­ran­no sicu­ra­men­te qual­co­sa… Pub­bli­ca­to per la pri­ma vol­ta nel 1973 e appar­so nuo­va­men­te nel 2007 pres­so le edi­zio­ni il Siren­te, il libro di Pier­re Clé­men­ti riper­cor­re attra­ver­so rifles­sio­ni e flash nar­ra­ti­vi l’esperienza car­ce­ra­ria dell’attore e regi­sta: l’arresto, l’arrivo nel car­ce­re di Rebib­bia e poi in quel­lo di Regi­na Coe­li, l’incontro con l’umanità repres­sa e dimen­ti­ca­ta, la cru­da real­tà del­le rivol­te e del­le rap­pre­sa­glie, l’annullamento spi­ri­tua­le ancor pri­ma che fisi­co, l’ipocrisia del ceto diri­gen­te ita­lia­no, il pro­ces­so fino all’assoluzione defi­ni­ti­va che suo­ne­rà para­dos­sal­men­te come una con­dan­na. «O ti ven­di e ti svuo­ti mol­to rapi­da­men­te, o resti ai mar­gi­ni e ti bat­ti per le tue idee». Il suo libro è una testi­mo­nian­za con­tro il codi­ce pena­le ita­lia­no risa­len­te al fasci­smo, con­tro il regi­me car­ce­ra­rio e la socie­tà repres­si­va, per­ché nel­le cel­le ci sia più luce e umanità.

http://genova.repubblica.it/dettaglio-inviato?idarticolo=repgenova_1432712&idmessaggio=254647

0
  ARTICOLI RECENTI

Aggiungi un commento