Ernesto Pagano

Ernesto Pagano 

Ernesto Pagano approda al Cairo nel 2005 con l’intenzione di imparare l’arabo della gente comune, oltre all’arabo del Corano, studiato per anni all’università.
Inizia a fare conoscenza col paese proprio attraverso le lunghe chiacchierate coi tassisti, rappresentanti delle più svariate tonalità di colore della società egiziana. Allo stesso tempo, interagisce con l’Egitto attraverso la sua attività di ricerca in campo islamologico.
Dopo la laurea, fa ritorno al Cairo come collaboratore dell’ufficio stampa all’Ambasciata Italiana. In seguito inizia a lavorare per una Ong italiana come consulente per le attività culturali.
È in questo frangente che cura e traduce una raccolta di storie popolari egiziane edita da un piccolo editore sardo, collabora con giornalisti egiziani per la produzione di trasmissioni radio indipendenti, fa il formatore di migranti analfabeti, collabora come autore, interprete e fixer alla realizzazione di un documentario sulla megalopoli Cairo prodotto da Raitre.
Attualmente  scrive d’Egitto, di Islam e di Medio Oriente in varie testate cartacee e online.
Si dice che chi beve l’acqua del Nilo è destinato a rimanere legato all’Egitto per tutta la vita. Forse Ernesto l’ha bevuta senza accorgersene, visto che da ormai tre anni rimane ancorato alla terra del grande fiume senza nessuna intenzione di fare ritorno a casa.”

PER ULTERIORI INFO SULL’ATTIVITÀ DI ERNESTO:
@ er_pagano@yahoo.it

3 commenti

  1. Pingback: PUB » Cenere sotto il tappeto

  2. Pingback: PUB » Altri arabi

  3. Pingback: Altri arabi « PUB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.