La città del piacere (E. El Kamhawi)

 15,00

SCHEDA LIBRO | EBOOK
TRADUZIONE DALL'ARABO DI ISADORA D'AIMMO

Una città unica, semplice fino all'astrattismo, i cui bianchi palazzi si stagliano alti e leggeri, nel mezzo del deserto. Si dice sia stata eretta in un solo giorno e consacrata alla Dea del piacere. I suoi abitanti, plasmati per rispondere alla chiamata della seduzione e abbandonarsi a carezze lascive, consumati da un desiderio bruciante e inappagabile.

COD: 978-88-87847-48-2 Categorie: , , Tag: , ,

Ezzat El Kamhawi

La cit­tà del pia­ce­re è con­si­de­ra­ta ad oggi una del­le espres­sio­ni più par­ti­co­la­ri del­la pro­du­zio­ne let­te­ra­ria egi­zia­na. Nel dicem­bre del 2012, El Kam­ha­wi ha rice­vu­to la meda­glia “Naguib Mah­fouz” per la Let­te­ra­tu­ra.

Una cit­tà uni­ca, sem­pli­ce fino all’astrattismo, i cui bian­chi palaz­zi si sta­glia­no alti e leg­ge­ri, nel mez­zo del deser­to. Si dice sia sta­ta eret­ta in un solo gior­no e con­sa­cra­ta alla Dea del pia­ce­re. I suoi abi­tan­ti, pla­sma­ti per rispon­de­re alla chia­ma­ta del­la sedu­zio­ne e abban­do­nar­si a carez­ze lasci­ve, con­su­ma­ti da un desi­de­rio bru­cian­te e inap­pa­ga­bi­le. Il pia­ce­re di que­sta cit­tà è un’arsura che non si dis­se­ta, un incen­dio che non si pla­ca. La cit­tà del pia­ce­re è un luo­go leg­gen­da­rio, in cui rea­le, illu­so­rio e imma­gi­na­rio si intrec­cia­no e si con­fon­do­no.

Auto­re / Author


Ezzat El Kamhawi

Ezzat El Kam­ha­wi

Ezzat El Kam­ha­wi è nato nel vil­lag­gio di Mit Suhayl, nel Gover­na­to­ra­to di Shar­qiyya (Egit­to). Si è lau­rea­to in gior­na­li­smo all’Università del Cai­ro. Attual­men­te è vice­di­ret­to­re del set­ti­ma­na­le ara­bo Akh­bar al-Adab. E’ auto­re di sei roman­zi, quat­tro rac­col­te di rac­con­ti e due sag­gi, di cui uno tra­dot­to in ita­lia­no (Ver­go­gna tra le due spon­de, 2014). Nel 2012 ha rice­vu­to la meda­glia Naguib Mah­fouz per la let­te­ra­tu­ra per il roman­zo Bayt-al-Deeb (2010). La cit­tà del pia­ce­re è il suo pri­mo roman­zo.

Ezzat El Kam­ha­wi, an Egyp­tian nove­li­st and jour­na­li­st, was born in 1961 and stu­died jour­na­li­sm at Cai­ro Uni­ver­si­ty. He is the edi­tor-in-chief of al-Doha Cul­tu­ral Maga­zi­ne. He is the author of ten books, inclu­ding four novels and two col­lec­tions of short sto­ries. Nan­cy Roberts is the trans­la­tor of Sal­wa Bakr’s The Man from Bash­mour (AUC Press, 2007), for which she recei­ved a com­men­da­tion in the Saif Ghobash–Banipal Pri­ze for Trans­la­tion. Her most recent trans­la­tions are Ibra­him Nasrallah’s Time of Whi­te Hor­ses (AUC Press, 2012), and Abdu­la­ziz Al Farsi’s Earth Weeps, Saturn Lau­ghs (AUC Press, 2013).

Tra­dut­to­re / Trans­la­tor


Isadora D'Aimmo

Isa­do­ra D’Aimmo

Isa­do­ra D’Aimmo si occu­pa di Let­te­ra­tu­ra ara­ba con­tem­po­ra­nea, di immi­gra­zio­ne e coo­pe­ra­zio­ne inter­na­zio­na­le. Docen­te a con­trat­to di Let­te­ra­tu­ra ara­ba pres­so l’Università degli Stu­di di Firen­ze e Visi­ting pro­fes­sor pres­so la Cai­ro Uni­ver­si­ty. Tra le sue pub­bli­ca­zio­ni, “Pale­sti­ne­si in Israe­le. Tra iden­ti­tà e cul­tu­ra” (2009), mono­gra­fia sul­la que­stio­ne dei Pale­sti­ne­si con cit­ta­di­nan­za israe­lia­na. Per il Siren­te ha cura­to la rac­col­ta di gio­va­ni auto­ri pale­sti­ne­si Qui fini­sce la ter­ra (2012).

 

 

Peso 0.22 kg
Dimensioni 15 × 21 × 0.8 cm
ISBN

978-88-87847-48-2

Lingua

Italiano

Lingua originale

Arabo

Titolo originale

Madīnat al-ladhdha (1997)

Traduzione

Isadora D'Aimmo

Prima edizione

27 maggio 2015

Prefazione

Isadora D'Aimmo