Steve LeVine

Ste­ve LeVi­ne è sta­to in Asia Cen­tra­le e nel Cau­ca­so per 11 anni — a par­ti­re da due set­ti­ma­ne dopo il crol­lo sovie­ti­co del 2003.

È sta­to cor­ri­spon­den­te del The Wall Street Jour­nal per la regio­ne del­le otto-nazio­ni e pri­ma anco­ra per il New York Times.

Dal 1988 al 1991 è sta­to cor­ri­spon­den­te del New­sweek in Paki­stan e Afgha­ni­stan. Pri­ma di ciò, ha coper­to le Filip­pi­ne per il New­sday dal 1985 al 1988. Ha lavo­ra­to sul petro­lio con lo staff del The Wall Street Jour­nal dal gen­na­io 2007.
Attual­men­te sta scri­ven­do un nuo­vo libro sul­la Rus­sia che, tra le altre cose, cer­ca di spie­ga­re la serie di omi­ci­di di alto pro­fi­lo.
LeVi­ne è spo­sa­to con Nuril­da Nur­ly­baye­va e insie­me han­no due figlie.

0

Nawal El Saadawi

Nawal El Saadawi 

Nawal El Saa­da­wi, pala­di­na dei dirit­ti del­le don­ne e del­la demo­cra­tiz­za­zio­ne nel mon­do ara­bo, è cono­sciu­ta inter­na­zio­nal­men­te come scrit­tri­ce e psi­chia­tra. I suoi libri sul­la con­di­zio­ne del­la don­na nel mon­do ara­bo han­no avu­to un pro­fon­do effet­to sul­le ulti­me gene­ra­zio­ni. A segui­to del­le sue pub­bli­ca­zio­ni scien­ti­fi­che e let­te­ra­rie ha dovu­to affron­ta­re nume­ro­se dif­fi­col­tà. Nel 1972 ha per­so il suo lavo­ro pres­so il gover­no egi­zia­no; “Health” il  gior­na­le da lei fon­da­to è sta­to chiu­so dopo 3 anni di atti­vi­tà. Nel 1981, sot­to il gover­no del pre­si­den­te Sadat è sta­ta incar­ce­ra­ta, fu rila­scia­ta un mese dopo l’assasinio di Sadat. Dal 1988 al 1993 il suo nome era tra quel­li segna­ti su una lista di mor­te di un grup­po ter­ro­ri­sti­co fon­da­men­ta­li­sta. Alcu­ni suoi roman­zi tra cui “l’amore ai tem­pi del petro­lio” sono sta­ti ban­di­ti e cen­su­ra­ti dal­la mas­si­ma isti­tu­zio­ne reli­gio­sa Egi­zia­na Al Azhar, che ha ordi­na­to il riti­ro da tut­te le libre­rie egi­zia­ne. Il 15 giu­gno del 1991 a segui­to di un decre­to del gover­no egi­zia­no è sta­ta chiu­sa l’AWSA (Arab women’s soli­da­ri­ty asso­cia­tionn) che Nawal pre­sie­de­va, tre mesi pri­ma del­la chiu­su­ra dell’associazione il Gover­no chiu­se il gior­na­le dell’associazione “Noon” di cui Nawal Al Saa­da­wi era capo redat­tri­ce. Nawal ha vin­to nume­ro­si pre­mi let­te­ra­ri e ha pre­sie­du­to diver­se con­fe­ren­ze in giro per il mon­do. L’8 dicem­bre del 2004 si era pre­sen­ta­ta come can­di­da­ta alle pri­me libe­re ele­zio­ni pre­si­den­zia­li in Egit­to.

0