Taxi su Al-Ahram Hebdo, Service Courrier, rue Galaa, Le Caire1′ di lettura

ISBN 9788887847147 © il Sirente

di Ami­na Has­san (da Al-Ahram Heb­do)

Il libro, com­po­sto per la mag­gior par­te da estrat­ti di con­ver­sa­zio­ni che l’autore ha inta­vo­la­to con i taxi dri­ver del Cai­ro duran­te i suoi nume­ro­si viag­gi in giro per la cit­tà, espri­me con for­za le loro testi­mo­nian­ze sul­la quo­ti­dia­ni­tà, l’attualità poli­ti­ca ed eco­no­mi­ca le loro dia­tri­be con­tro il pote­re e la loro sfi­du­cia nei con­fron­ti di tut­te le auto­ri­tà. Tal­vol­ta nar­ra­to­ri che par­to­no dall’esaltazione ver­ba­le per poi pas­sa­re alla malin­co­nia, le loro sto­rie sono una gran­de sfi­la­ta di idio­mi e di “par­la­te” di tut­ti i tipi, impre­gna­te dal­le dif­fi­col­tà quo­ti­dia­ne. La loro voce noma­de vaga­bon­da, si pre­sta alter­na­ti­va­men­te ad ogni mono­lo­go inte­rio­re. E’una voce discor­si­va, che cer­ca di sma­sche­ra­re la real­tà per capir­ne il sen­so. Dal­la con­fes­sio­ne di uno degli auti­sti: “Per tan­to tem­po ci sia­mo lascia­ti tra­sci­na­re dal­la ricer­ca del pane quo­ti­dia­no che abbia­mo così abban­do­na­to ogni ten­ta­ti­vo di recla­mo o contestazione”.

Arma­ti di una pun­ta d’ironia, por­ta­ti dal­la loro pre­sen­za tem­po­ra­nea alle con­fi­den­ze, il loro pun­to di vista è fron­ta­le, di colo­ro che non si imba­raz­za­no, i Taxi dri­ver auto­riz­za­no l’autore a descri­ve­re con pas­sio­ne il più pic­co­lo fat­to fino ades­so taciu­to. Egli ripar­te un po’ più “ini­zia­to” ad un Egit­to dove sa inta­vo­la­re argo­men­ti poli­ti­ci, filo­so­fi­ci e socia­li, di una rara e pre­ci­sa ele­gan­za, con un piglio rifles­si­vo, invo­ca­to per scuo­te­re qual­sia­si conformismo.

L’autore dise­gna in posi­ti­vo quel­lo che que­sta casta di con­du­cen­ti, ha di più attraen­te. Scrit­to in dia­let­to egi­zia­no, que­sta let­te­ra­tu­ra dall’accento diver­ten­te,  ci tra­spor­ta in una cate­go­ria di imma­gi­na­rio con­tem­po­ra­neo di com­bat­ti­men­to, dibat­ti­ti, pre­oc­cu­pa­zio­ni bat­ta­glie­re che pre­fi­gu­ra­no un Egit­to ver­so un futu­ro di cam­bia­men­to e resi­sten­za. L’opera com­ple­ta resta aper­ta su una brec­cia dove si pro­fi­la già più di un libro, più di una confessione.

(tra­du­zio­ne di Chia­ra­stel­la Cam­pa­nel­li)

0
  ARTICOLI RECENTI

Aggiungi un commento