Ve la do io la vera Ucraina2′ di lettura

| Il Mes­sag­ge­ro | Lune­dì 13 gen­na­io 2013 | Eli­sa­bet­ta Marsigli |

Il fasci­no per una ter­ra lon­ta­na può rima­ne­re un sogno, ma per Mas­si­mi­lia­no Di Pasqua­le si è tra­sfor­ma­to in real­tà. Foto­gior­na­li­sta e scrit­to­re free­lan­ce, Di Pasqua­le ha fat­to dell’Ucraina una vera pas­sio­ne e, dopo aver scrit­to di poli­ti­ca inter­na­zio­na­le e cul­tu­ra su diver­si quo­ti­dia­ni nazio­na­li, nel 2007, gra­zie all’intervista con l’allora Pre­si­den­te ucrai­no Vik­tor Yush­chen­ko, ini­zia un appro­fon­di­men­to cul­tu­ra­le e socia­le del pae­se dei cosacchi.

Pub­bli­ca il libro foto­gra­fi­co In Ucrai­na, imma­gi­ni per un dia­rio, ma il suc­ces­so arri­va con Ucrai­na Ter­ra di Con­fi­ne – viag­gi nell’Europa sco­no­sciu­ta (il Siren­te) che offre un ine­di­to pro­fi­lo di una straor­di­na­ria Ter­ra spes­so asso­cia­ta ad una ste­reo­ti­pa­ta imma­gi­ne di gri­gio­re post- sovie­ti­co. Qua­si paral­le­la­men­te all’intenso movi­men­to cul­tu­ra­le e poli­ti­co che l’Ucraina sta attra­ver­san­do, Di Pasqua­le si fa por­ta­vo­ce di un Pae­se dina­mi­co che tra acce­le­ra­zio­ni e fer­ma­te, sta comun­que cer­can­do di lasciar­si alle spal­le la pesan­te pati­na del post-tota­li­ta­ri­smo. Le tan­te curio­si­tà, gli aned­do­ti, i caf­fè asbur­gi­ci, i luo­ghi let­te­ra­ri di Gogol, le minie­re del Don­bas, le spiag­ge di Yal­ta, i vil­lag­gi hutsul e gli splen­di­di mona­ste­ri orto­dos­si, meri­ta­va­no però un mez­zo che ne ren­des­se l’indiscusso fasci­no e le sug­ge­sti­ve atmo­sfe­re: per que­sto è nata l’esigenza di far viag­gia­re anche i suoi nume­ro­si let­to­ri nei luo­ghi più intri­gan­ti di que­sto pae­se. Insie­me all’amico Loren­zo Di Lore­to, altro pesa­re­se doc, edi­to­re, video maker e affer­ma­to foto­gra­fo, è sta­to rea­liz­za­to Ucrai­na on the Road, un ebook per IPad, per il qua­le si può usa­re, per una vol­ta a ragion vedu­ta, la trop­po spes­so abu­sa­ta paro­la “mul­ti­me­dia­li­tà”. Que­sto par­ti­co­la­ris­si­mo e inno­va­ti­vo e-book, (leg­gi­bi­le anche con com­pu­ter Apple) ha già atti­ra­to l’attenzione euro­pea e in par­ti­co­la­re del­le Gui­de ingle­si Bradt che gli han­no com­mis­sio­na­to l’aggiornamento del­la 4° edi­zio­ne del­la loro gui­da dell’Ucraina.
Ucrai­na on the Road è un vero e pro­prio viag­gio di 40 gior­ni lun­go le stra­de di un pae­se, dove le vesti­gia del­la monar­chia danu­bia­na si mesco­la­no con i resti degli enor­mi com­ples­si militari/industriali dell’URSS. – affer­ma lo stes­so Di Pasqua­le – Per la pri­ma vol­ta ho mes­so in secon­do pia­no la pen­na, pre­fe­ren­do far par­la­re scat­ti di rara bel­lez­za, veri e pro­pri appun­ti visi­vi, capa­ci di rac­con­ta­re que­sta straor­di­na­ria ter­ra di confine.”

0
  ARTICOLI RECENTI