Doppia esposizione (G. Brulotte)2 min read

 12,50

SCHEDA LIBRO | EBOOK | ANTEPRIMA
TRADUZIONE DAL FRANCESE DI RAHEL FRANCESCA GENRE

C’è sempre un momento in cui il panico ci assale. Camminiamo su fogli di carta assorbente, mentre la terra fonde sotto i nostri passi. Non sappiamo più a cosa aggrapparci. Le unghie trattengono solo qualche frammento di realtà. In un frastuono di zampe e mandibole, pensiamo solo a fuggire. Queste cose capitano probabilmente a tutti.

Uno scrit­to­re di roman­zi (Char­les Block) si inte­res­sa a un uomo un po’ stra­no (Paul Bar­nes), che pas­sa le sue gior­na­te per stra­da ad aspet­ta­re e a osser­va­re la gen­te e le mac­chi­ne. Pre­sto lo scrit­to­re vor­rà sape­re tut­to di quest’uomo e cer­che­rà di far­lo con qua­lun­que mez­zo. Nel cor­so dell’inchiesta sco­pre fat­ti scon­vol­gen­ti: il suo sog­get­to incar­na infat­ti la sof­fe­ren­za uma­na in tut­to ciò che essa può ave­re di più pate­ti­co e, arre­sta­to per esi­bi­zio­ni­smo, fini­sce rin­chiu­so in una strut­tu­ra psi­chia­tri­ca da cui usci­rà castra­to.
Tra i nume­ro­si pro­ble­mi sol­le­va­ti da que­sto roman­zo è il posto del­la mar­gi­na­li­tà nel mon­do moder­no, quel­lo del­la liber­tà indi­vi­dua­le di fron­te alle costri­zio­ni del­la socie­tà, quel­lo del­le ses­sua­li­tà non con­for­mi. Il roman­zo è sta­to ria­dat­ta­to per la tele­vi­sio­ne e per il cine­ma ed è sta­to tra­dot­to in ingle­se, ser­bo e spa­gno­lo. Rien­tra nel­la sele­zio­ne dei miglio­ri 100 roman­zi del Qué­bec. In Cana­da, ha vin­to il Prix Robert-Cliché nel 1979.


GAËTAN BRULOTTE, nato in Québec, ha stu­dia­to Let­te­re moder­ne pres­so l’Università di Laval e, sot­to la dire­zio­ne di Roland Bar­thes, pres­so l’École des Hau­tes Études en Scien­ces Socia­les. Ha inse­gna­to let­te­ra­tu­ra in Cana­da e negli Sta­ti Uni­ti, dove è attual­men­te p rofes­so­re pres­so la Uni­ver­si­ty of South Flo­ri­da. Divi­de il pro­prio tem­po tra la Fran­cia, il Cana­da e gli Sta­ti Uni­ti. È auto­re di roman­zi e rac­con­ti, auto­re tea­tra­le e sag­gi­sta. Tra­dot­to in diver­se lin­gue, è vin­ci­to­re di nume­ro­si pre­mi let­te­ra­ri e le sue ope­re figu­ra­no in anto­lo­gie e manua­li di let­te­ra­tu­ra. Mol­te di esse sono sta­te adat­ta­te per il cine­ma, la tele­vi­sio­ne e la radio. È inol­tre auto­re di Oeu­vres de chair. Figu­res du discours éroti­que, con­si­de­ra­to dal­la cri­ti­ca come il pri­mo stu­dio d’insieme sul­la let­te­ra­tu­ra ero­ti­ca, sino a quel momen­to ai mar­gi­ni del­la sto­ria e dell’ambito acca­de­mi­co, e ha codi­ret­to il vasto pro­get­to del­laEncy­clo­pe­dia of Ero­tic Lite­ra­tu­re, pub­bli­ca­to in due volu­mi nel 2006 da Rou­tled­ge.


RAHEL FRANCESCA GENRE (Zuri­go14 apri­le 1978) è una tra­dut­tri­ce e attri­ce ita­lia­na. Ha stu­dia­to Sto­ria Moder­na e Con­tem­po­ra­nea pres­so la Facol­tà di Let­te­re dell’Uni­ver­si­tà degli Stu­di di Roma “La Sapien­za”. Ha vis­su­to in Pie­mon­te, Sici­lia e Mont­pel­lier (Fran­cia, 1985-86) e Roma, dove attual­men­te vive e lavo­ra. Dal 1996 al 2005 ha lavo­ra­to con la Com­pa­gnia Tea­tra­le Lo Scal­da­ba­gno di Roma. Ha lavo­ra­to cin­que anni per l’Esecutivo del­la Chie­sa val­de­se in Ita­lia. È autri­ce di tra­du­zio­ni dal fran­ce­se e tede­sco, tra cui recen­te­men­te il roman­zo Tout sur nous di Sté­pha­ne Ribei­ro per Castel­vec­chi, Dans la Cité. Réfle­xions d’un croyant di André Gou­nel­le per l’Editrice Clau­dia­na e il roman­zo L’emprise di Gaë­tan Bru­lot­te (pub­bli­ca­to nel 2008 dall’Edi­tri­ce il Siren­te con il tito­lo Dop­pia espo­si­zio­ne).


 

Peso 0.14 kg
Dimensioni 12 x 19 x 0.8 cm
ISBN

978-88-87847-13-0

Lingua

Italiano

Lingua originale

Francese

Titolo originale

Prochain épisode

Traduttore

Rahel Genre

Foliazione

VIII-136 pp., br.

Prima edizione

4 giugno 2008

Rassegna stampa / Press