L’Anarchico e il Diavolo fanno cabaret (N. Nawrocki)2 min read

 12,50

SCHEDA LIBRO | EBOOK | ANTEPRIMA
TRADUZIONE DALL'INGLESE DI GIAMPIERO CORDISCO

Immaginatevi un intero consiglio di musicisti rock, o di poeti o di commediografi. Una “storia rock’n’roll anarchica” che elude i confini geografici e letterari e ha l’andatura di un concerto.

L’Anarchico e il Dia­vo­lo fan­no caba­ret, pub­bli­ca­to nel 2003 in Cana­da e negli Sta­ti Uni­ti, scrit­to ‘tra un soun­d­check e l’altro’, è il dia­rio on the road del rocam­bo­le­sco tour euro­peo di Rhy­thm Acti­vi­sm, che suo­na in nove pae­si in set­te set­ti­ma­ne. Il rac­con­to del tour tra quo­ti­dia­ne disav­ven­tu­re, alle pre­se con un pub­bli­co ete­ro­ge­neo in loca­li occu­pa­ti, cen­tri arti­sti­ci e cul­tu­ra­li ben orga­niz­za­ti, tur­bo­len­te taver­ne di pira­ti, è anche quel­lo del­le sto­rie di rom, lavo­ra­to­ri immi­gra­ti, rifu­gia­ti, arti­sti di stra­da, pove­ri che lavo­ra­no, emar­gi­na­ti gio­va­ni e anzia­ni. I pro­ta­go­ni­sti di que­ste ‘fia­be urba­ne sul­la sot­to­clas­se mul­tiet­ni­ca euro­pea’ sono gli esclu­si dal ‘benes­se­re’ del neo­ca­pi­ta­li­smo e del­la glo­ba­liz­za­zio­ne, vit­ti­me dell’intolleranza e del raz­zi­smo. Men­tre nel­le peri­fe­rie cre­sco­no disoc­cu­pa­zio­ne e pover­tà, anar­chi­ci e squat­ters difen­do­no gli spa­zi libe­ri che dimi­nui­sco­no nel nome del­la ‘sicu­rez­za’, del ‘deco­ro’, del­la spe­cu­la­zio­ne edi­li­zia. L’auto-organizzazione del­le comu­ni­tà loca­li è con­so­li­da­ta e dif­fu­sa: Nor­man e i suoi com­pa­gni pos­so­no così con­ta­re sul soste­gno dei cen­tri del­la ‘rete inter­na­zio­na­le anar­chi­ca’, equi­va­len­ti agli ‘ate­neos’ gesti­ti dagli anar­chi­ci spa­gno­li pri­ma e duran­te la rivo­lu­zio­ne del 1936–1939, mes­si fuo­ri leg­ge dai fasci­sti e tor­na­ti dopo la dit­ta­tu­ra fran­chi­sta. Nell’Europa dell’Est per­cor­sa dal­la band coe­si­sto­no ric­chez­za di tra­di­zio­ni e trion­fo del model­lo con­su­mi­sti­co sta­tu­ni­ten­se: qui Naw­roc­ki cer­ca, come pro­mes­so al padre, il suo zio giro­va­go in Euro­pa, di cui pub­bli­ca le let­te­re man­da­te al fra­tel­lo al tem­po dell’occupazione nazi­sta del­la Polo­nia, dove Har­ry ha fat­to la Resi­sten­za.


NORMAN NAWROCKI, figlio di immi­gra­ti polac­co-ucrai­ni, è nato a Van­cou­ver, nell’estrema pro­vin­cia occi­den­ta­le cana­de­se del Bri­tish Colum­bia, e si auto­de­fi­ni­sce ‘sex edu­ca­tor, caba­ret arti­st, musi­cian, author, actor, pro­du­cer and com­po­ser’. Nel 1981 si spo­sta a Mon­tréal, nel­la pro­vin­cia fran­co­fo­na del Qué­bec, dove intra­pren­de la car­rie­ra di arti­sta-caba­ret­ti­sta, e nel 1985 fon­da con il chi­tar­ri­sta Syl­vain Coté il grup­po under­ground Rhy­thm Acti­vi­sm. Naw­roc­ki, vio­li­no e voce del­la band, al suo otta­vo libro, è tito­la­re del­la casa edi­tri­ce e disco­gra­fi­ca indi­pen­den­te Les Pages Noi­res, attra­ver­so la qua­le ha rea­liz­za­to tre libri e più di cin­quan­ta album tra cd e cas­set­te come soli­sta, con Rhy­thm Acti­vi­sm, i vete­ra­ni del punk cana­de­se DOA, gli olan­de­si The Ex e altre band.


GIAMPIERO CORDISCO è nato a Mon­te­fal­co­ne nel San­nio (Cam­po­bas­so) e ha stu­dia­to pres­so la Facol­tà di Let­te­re e filo­so­fia dell’Università degli Stu­di di Urbi­no “Car­lo Bo”. Ha vis­su­to in Roma­nia e a Roma, dove attual­men­te vive e lavo­ra. Ha col­la­bo­ra­to con le Edi­zio­ni Not­te­tem­po ed è auto­re di tra­du­zio­ni dall’inglese. È auto­re de “La Bib­bia apo­cri­fa di Nick Cave: And the Ass Saw the Angel” fra deli­rio e catar­si. È co-auto­re del pro­get­to musi­ca­le Obso­le­scen­za Pro­gram­ma­ta, col­let­ti­vo ita­lia­no che ten­de a musi­che limi­na­ri e ano­mi­che, musi­che che soli­ta­men­te ven­go­no eti­chet­ta­te come ‘no-wave’, ‘noi­se’, ‘indu­strial’, ‘post-punk’, ‘power elec­tro­nics’, ‘harsh’.


Peso 0.25 kg
Dimensioni 12 x 19 x 1 cm
ISBN

978-88-87847-11-6

Lingua

Italiano

Lingua originale

Inglese

Titolo originale

The Anarchist And The Devil Do Cabaret

Traduttore

Giampiero Cordisco

Foliazione

VIII-256 pp., br.

Prima edizione

3 dicembre 2007

Rassegna stampa / Press


Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’Anarchico e il Diavolo fanno cabaret (N. Nawrocki)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *