Il silenzio e il tumulto (N. Sirees)3 min read

 15,00

SCHEDA LIBRO | EBOOK
TRADUZIONE DALL’ARABO DI FEDERICA PISTONO

Nel caldo torrido di un polveroso paese mediorientale dominato dalla dittatura, Fathi Shin, un famoso scrittore accusato di antipatriottismo ed al quale è stato imposto il divieto di pubblicare nuovi libri, vive una giornata di assurdità kafkiana.

COD: 978-88-87847-45-1 Categorie: , , Tag: , ,

Nihad Sirees

“…ironico, intimo e sensuale …la resistenza di un intelletto vigile e all’erta, in grado di raccontare con semplicità e umanità, la forza di chi… non ha perso la lucidità di fronte alle fascinazioni del regime.”

Nel caldo torrido di un polveroso paese mediorientale dominato dalla dittatura, Fathi Shin, un famoso scrittore accusato di antipatriottismo ed al quale è stato imposto il divieto di pubblicare nuovi libri, vive una giornata di assurdità kafkiana. Mentre una folla esaltata, scomposta e incontrollabile si riversa in città per volere del leader, nel giorno dei festeggiamenti dei vent’anni dalla salita al potere, Fathi cerca di sfuggire al tumulto per trovare il silenzio – quiete e calma – e far visita alla madre e alla sua amante, ma appena varca la soglia del suo appartamento iniziano i guai… Il silenzio e il tumulto è un romanzo sulla vita sotto e durante la dittatura: è l’affresco vivido di un popolo dominato dalla paura. Una storia urgente da raccontare, sensuale, capace di far sorridere anche in un periodo dominato dalla violenza, un atto di coraggio di un brillante scrittore siriano. Pubblicato per la prima volta in Libano nel 2004, censurato in Siria, tradotto in tedesco, francese e inglese, ha ricevuto il Premio Pen Writing in translation nel 2013.

Autore / Author


Nihad Sirees

Nihad Sirees

Nihad Sirees è nato ad Aleppo nel 1950. Laureato in ingegneria civile, è autore di sette romanzi e di diverse sceneggiature per teatro e TV, per una delle quali ha subito la censura siriana nel 1998. Dal 2012 Sirees si è trasferito all’estero, in un esilio auto-imposto, dovuto alla situazione politica siriana. Emigrato prima in Egitto, poi negli Stati Uniti per seguire un International Writers Fellowship alla Brown University, si trova ora in Europa.

Nihad Sirees was born in Aleppo, Syria in 1950. After training and working as an engineer, he became an acclaimed novelist, playwright and screenwriter. After finding himself under increasing surveillance and pressure from the Syrian government, in 2012 he left for Egypt and now lives and works in exile.

Traduttore / Translator


Federica Pistono è laureata in Giurisprudenza e in Lingua e Letteratura araba. Ha approfondito lo studio della lingua araba a San’a, al Cairo e soprattutto a Damasco, dove ha soggiornato a lungo. I suoi interessi ruotano intorno alla letteratura araba contemporanea, in particolare alla narrativa siriana, e al romanzo arabo francofono. Traduttrice letteraria, ha tradotto diversi romanzi dall’arabo. Traduttrice editoriale, da alcuni anni traduce articoli dall’arabo per giornali e testate online. È attualmente impegnata in un Dottorato di ricerca in Civiltà islamica presso l’ Università La Sapienza di Roma.

Federica Pistono is currently doing her PhD in Islamic civilisation at the La Sapienza University in Rome. As a literary translator from Arabic and French into Italian, since 2010 she has been focusing on different Arab voices – writers such as Ghassan Kanafani, Zakariyya Tamer, Bahaa Taher, Fadi Azzam, Inaam Kachachi, Mustafa Khalifa, Muhsin Al-Ramli, Nihad Sirees, Badriyya al-Bishr – with the aim of spreading the beauty of contemporary Arabic literature among the Italian readers as much as she can, this is why since 2012, she runs her own blog about contemporary Arabic literature. Since 2013 she is part of the editorial stuff of “Diwan” Book Series, published by Castelvecchi Pub., besides her work as a translator and editor, for the online newspaper Infopal, which deals with information about Palestine and the Middle East.

Federica Pistono travaille comme traductrice littéraire et elle a contribué à faire connaitre en Italie plusieurs écrivains arabes, parmi lesquels Ghassan Kanafani, Zakaryya Tamer, Fadi ‘Azzam, Inaam Kachachi, Baha Taher, Muhsin Al-Ramli, Moustapha Khalifa, Nihad Sirees, Badriya al-Bishr et Muhammad Dibo. Elle travaille aussi comme traductrice pour les journaux en ligne. Elle entreprend actuellement un doctorat dans la Civilisation islamique à l’ Université La Sapienza à Rome.

 

 

Peso 0.22 kg
Dimensioni 15 x 21 x 0.8 cm
ISBN

978-88-87847-45-1

Lingua

Italiano

Lingua originale

Arabo

Titolo originale

As-Samt wa-s-sakhab

Traduzione

Federica Pistono

Prima edizione

3 novembre 2014

Copertina

Tammam Azzam, Bleeding Siria, 1985. Olio su faesite, 89×93 cm

Press

  • Il silenzio e il tumulto, la Siria di Nihad Sirees (Reset, Valeria Spinelli, 06/02/2015)
  • Nihad Sirees: il clamore del totalitarismo siriano e il silenzio dell’individuo (Il Fatto Quotidiano, Shady Hamady, 03/12/2014)
  • Liberi di Scrivere, Matilde Zubani
  • SaltinAria, Ilaria Guidantoni, 15/12/2014
  • ANSAMed, 25/09/2014
  • Recensioni

    Ancora non ci sono recensioni.

    Recensisci per primo “Il silenzio e il tumulto (N. Sirees)3 min read

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *